Il Casolare diVino

Alleanza tra i cuochi italiani e Presìdi Slow Food – 4 febbraio

Posted on | gennaio 31, 2012 | No Comments

il Casolare diVino e Slow Food Volturno sono lieti di invitarvi alla cena:

Alleanza tra i cuochi italiani e Presìdi Slow Food
sabato 4 febbario – ore 20,00

L’Alleanza è una rete solidale dove i cuochi incontrano e stringono un patto con i produttori del Presidi Slow Food, in particolare con quelli della propria Regione, impegnandosi a utilizzare i loro prodotti sia per la qualità che per il valore culturale che esprimono. L’iniziativa, giunta alla terza edizione, è stata voluta dalla Fondazione Slow Food per la biodiversità anche per dare testimonianza di un legame che unisce tutte le Comunità locali impegnate per un’alimentazione buona, pulita e giusta. Nel corso della serata interverrà, fra gli altri, il poeta errante d’Irpinia Gaetano Calabrese, che improvviserà versi sulla sapienza contadina.

Menù Slow Food:

- Calzone fritto di mela annurca con la “Signora” di Conca Casale
- Zuppa di fagioli di Controne con castagne
- Fusilli con baccalà al sugo San Marzano con olive caiazzane e capperi
- Braciola di agnello gratinata al forno con tortino di friarielli e pancotto
- Provolone del Monaco, Cacioricotta del Cilento e Castelmagno d’Alpeggio con pere cotte
- Pizza figliata
- Vini: Pallagrello bianco e rosso dell’azienda Casolare diVino

Prodotti dei presidi Slow Food presenti nel menù:

- Fagioli di Controne, dell’azienda “Annalisa”, Castel San Giorgio (SA)
- Castelmagno d’Alpeggio, dell’azienda Diego e Nicoletta Isoardi, Castelmagno (Cn)
- Cacioricotta del Cilento, dell’azienda Agriturismo “I Moresani” di Biagio Fedullo, Casal Velino (Sa)
- Signora di Conca Casale, dell’azienda Bruno Bucci, Conca Casale (Is)
- Pomodoro Sanmarzano, dell’azienda “Terra Amore e Fantasia” di Sabato Abagnale, Sant’Antonio Abate (Na)

Costo della cena: 35,00 € (comprensivo del contributo di 5,00 € in favore della Fondazione Slow Food per la biodiversità)

info e prenotazioni
il Casolare diVino
Tel. 0823.869932
Cell. 333.133023

http://www.ilcasolaredivino.it
info@ilcasolaredivino.it

Degustazione domenicale al Casolare

Posted on | novembre 18, 2011 | No Comments

Degustazione domenicale al Casolare – 20 novembre 2011

ANTIPASTI:
Ricottina di Bufala
Polenta
Briosche napoletana
Verdure pastellate
Zeppoline con capperi e olive
Olive condite di Caiazzo
Rotolino Rustico
Crostone con Peperoni e Formaggio
Alici dorate e fritte
Alici marinate

PRIMI:
Risotto con zucca e frutta secca
Maccheroni con Ragù di maiale, piselli croccanti e caciocavallo

SECONDO:
Bocconcini di maiale con peschiole su crema di patate

FRUTTA:
Macedonia di frutta

DESSERT:
Tortino di cioccolata

Selezioni di Vini
Selezioni di amari, mirto, nocino, grappe e caffè

euro 35,00

info e prenotazioni
Tel. 0823.869932
Cell. 333.133023
http://www.ilcasolaredivino.it/
www.facebook.com/pages/Il-Casolare-diVino/304428986293
info@ilcasolaredivino.it

il Casolare diVino | offerte speciali “Estate 2011″

Posted on | luglio 7, 2011 | No Comments

il Casolare diVino | gastronomia, benessere & ospitalità
presenta:
Offerte speciali “Estate 2011″


PENSIONE COMPLETA + VINOTERAPIA
al prezzo di EURO 125,00 invece di EURO 160,00

1 Pernotto + 1 Colazione + 1 Pranzo + 1 Cena + 1 Vinoterapia
_________________________________________________________

1/2 PENSIONE + VINOTERAPIA
al prezzo di EURO 105,00 invece di EURO 130,00

1 Pernotto + 1 Colazione + 1 Pranzo o 1 Cena + 1 Vinoterapia
_________________________________________________________

PENSIONE COMPLETA + MASSAGGIO RELAX
al prezzo di EURO 120,00 invece di EURO 150,00

1 Pernotto + 1 Colazione + 1 Pranzo + 1 Cena + 1 Massaggio Relax
_________________________________________________________

1/2 PENSIONE + MASSAGGIO RELAX
al prezzo di EURO 95,00 invece di EURO 120,00

1 Pernotto + 1 Colazione + 1 Pranzo o 1 Cena + 1 Massaggio Relax
_________________________________________________________

PENSIONE COMPLETA + PISCINA
al prezzo di EURO 95,00 invece di EURO 110,00

1 Pernotto + 1 Colazione + 1 Pranzo + 1 Cena + 1 Ingresso Piscina
_________________________________________________________

1/2 PENSIONE + PISCINA
al prezzo di EURO 65,00 invece di EURO 80,00

1 Pernotto + 1 Colazione + 1 Pranzo o 1 Cena + 1 Ingresso Piscina
_________________________________________________________

PRANZO/CENA + MASSAGGIO RELAX
al prezzo di EURO 65,00 invece di EURO 85,00

1 Pranzo o 1 Cena + 1 Massaggio Relax
_________________________________________________________

PRANZO/CENA + VINOTERAPIA
al prezzo di EURO 75,00 invece di EURO 95,00

1 Pranzo o 1 Cena + 1 Vinoterapia
_________________________________________________________

* offerte valide fino al 30.09.2011

info e prenotazioni
Tel. 0823.869932
Cell.  333.133023

http://www.ilcasolaredivino.it/

http://www.facebook.com/pages/Il-Casolare-diVino/304428986293

San Valentino al Casolare diVino

Posted on | gennaio 28, 2011 | No Comments

per San Valentino trattamenti mezza pensione o pensione completa…


Il “Corriere del Mezzogiorno” PARLA DEL CASOLARE DIVINO

Posted on | gennaio 25, 2011 | No Comments

una recensione pubblicata sul sito del Corriere del Mezzogiorno… buona lettura:

Enoterapia golosa al Casolare diVino

La «country house» è ad Alvignano (Caserta): un tuffo nel Pallagrello prima dei piatti di Maria Mone


CASERTA – Le quattro camere per gli ospiti si chiamano Falanghina, Greco, Aglianico e Fiano, la quinta — Pallagrello — nascerà al piano superiore. E la prima colazione ci verrà servita mentre ce ne stiamo voluttuosamente immersi a piano terra nelle tinozze di abete ricolme di vino a 35 gradi: il nome di questa casertana casa di campagna («country house» per gli anglofili) non è scelto a caso, qui tutto ruota intorno all’uva; e vi ruoterà in misura maggiore a partire dalla prossima vendemmia, la prima da quando i titolari, gli imprenditori di Cardito Raffaele e Bonaventura Tralice, hanno impiantato le viti di Pallagrello rosso che circondano l’edificio acquistato come buen retiro familiare, e poi coraggiosamente trasformato in luogo di ristoro per il corpo, l’anima (e il palato).

A gennaio i filari sono ovviamente spogli, ma tra brume e nebbioline mattutine l’effetto è persino più suggestivo; e il contesto gastronomico funziona già a pieno regime da quando, dopo breve rodaggio, la cucina è saldamente nelle mani di Maria Mone. Costei detiene fra l’altro il titolo di chef più «recensita» dal Critico Maccheronico: dal «Carpe Diem» della natia Piana di Monte Verna all’«Osteria dei Nobiluomini» di Capua, dal «Vintage» di Caserta all’«Ex Libris» ancora a Capua, è dal secolo scorso che la inseguo da un capo all’altro di Terra di Lavoro. Ora s’è fermata al Casolare, e ho la sensazione che ci resterà a lungo: il «carattere terribile» di cui si dice fiera non è cambiato, però se avere un carattere terribile vuol dire cucinare, acquistare i prodotti, impastare il pane, fare a mano le paste, imbottigliare gli infusi, preparare i dolci, servire il caffè in camera e le petit déjeuner mentre fai la vinoterapia, stare contemporaneamente ai fornelli e ai tavoli, allora viva il carattere terribile. Che nel nostro caso si manifesta inizialmente con gli ortaggi di stagione finemente pastellati e una brocca di fresco bianco piena di frutta e spezie da gustare nel salottino-bar prima di passare in sala: veranda per le tavolate più folte e zona più intima per pranzi o cene a due.

Colori chiari, tovaglioli ricamati a mano, e in tavola pane e tulipani: fiore svettante e cestino di pani e panini (bianco, erbette, porri, al pomodorini, olive); e vassoio a forma di esse con bocconcino e ricottina di bufala tanto per metterci di buon umore, stato d’animo che si rafforza con l’arrivo del baccalà impanato nella farina di mais su puttanesca di pomodorini freschi e capperi. Adesso ci vorrebbe un menu, che a volte c’è e a volte non c’è, stasera è una volta no. Comunque, chi conosce la cucina di Maria sa che può fidarsi. E io può: arriva la fumante zuppa di fagioli cannellini con riso (Carnaroli) e salsiccia rossa di Castelpoto (uno dei presidi Slow Food che il Casolare si è impegnato a sostenere), un filo di extravergine da olive caiatine di Fontana Lupo (Ruviano), e siamo pronti a brindare. Già, con che cosa? la lista dei vini quella ovviamente c’è: tutta orgogliosamente campana, 8 spumanti, 16 bianchi, 36 rossi con tante teste di serie regionali e 3 divertenti refusi (Double per Dubl, Colli di Lappio, Pere è Palumme). Noi sorseggiamo Montesole, bollicine irpine che avremmo vieppiù apprezzato in flûte, qui proposte in calici panciuti e svasati onde esaltare il bouquet.

Teniamo con diletto il Greco brut anche sul primo: ravioli ripieni di ricotta alla maggiorana su una genovese di Nero casertano in cui è decisivo l’apporto della cipolla di Alife. Ma con l’approssimarsi dei secondi (tutti di carne) è d’obbligo far stappare e ossigenare un rosso, ci pensa il giovane, professionale, sorridente Mario: studiava scienze infermieristiche ma la fobia del sangue lo ha spinto a cambiare felicemente strada (però non ordinategli mai una tartare). La nostra scelta cade una volta ancora sulle vicine Terre del Principe, in carta c’è il Vigna Piancastelli ’05 e non ce lo lasciamo sfuggire: armonioso blend di Pallagrello e Casavecchia, ma il «segreto» di Manuela e Peppe è quel po’ di appassimento in pianta che regala al nettare una sotterranea vena abboccata, ideale sia per abbinamenti in analogia che in contrasto. Analogia con la succulenza del saltimbocca di vitello ricoperto da pancetta (Tomaso Salumi) e mozzarella (più densa crema di zucca), e contrasto con gli straccetti (locena di maiale) su crema di patate e papaccelle arrostite. Sottofinale formaggesco con pecorino pirenaico (e irpino in foglie di fico, sorprendente), grana bufalino e scheggia di Conciato, vanto caseario del Casertano. Tra i dolci il tortino di Annurca e (prima d’un dito di Peyrot X. O. in ballon) una mousse di ricotta da tuffare nel vin cotto. Ma al mattino dopo saremo noi a tuffarci nel vin caldo dopo un rinfrancante massaggio di acini e mosto. Se non ora, quando? Questa è l’unica struttura del Sud interamente «dedicata» all’enoterapia. E se non ci si può bagnare due volte nello stesso fiume, nel Pallagrello torneremo volentieri a bagnarci.

Grazie per averci preferito!
Il Casolare diVino

“Il Mattino” parla del casolare diVino

Posted on | gennaio 21, 2011 | No Comments

sul mattino di oggi un articolo dedicato a pag. 19 sul nostro casolare diVino…

Una casa di campagna, tre ettari di vigneto a pallagrello rosso, cinque stanze che hanno il nome dei vitigni autoctoni della Campania (aglianico, fiano, greco di tufo, falanghina e pallagrello) e una cucina di terra e di territorio affidata a una veterana, Maria Mone, casertana di grande esperienza (basti ricordare la sua lunga permanenza al «Carpe Diem» della Piana di Monte Verna). Ecco l’identikit del «Casolare di Vino», nato giusto un anno fa ad Alvignano, poco distante da San Leucio e dalla reggia di Caserta. Raffaele Tralice, costruttore, ha lanciato la sua sfida, assistito dall’enologo Maurizio Caffarelli e dall’agronomo Gaetano Pascale. Il risultato è una piacevole country house ideale per weekend di coppia e per eventi. Con una caratteristica unica al Sud: una piccola spa dove già si pratica la vinoterapia, tra tinozze in legno per due, massaggi all’olio profumato di vinacciolo e un’intera linea cosmetica a base di vino. Ma se dobbiamo parlare di cibo, ecco allora la cucina di Maria, semplice ed elegante, con un menu degustazione che cambia ogni settimana e prodotti scelti personalmente dalla chef dalle campagne e dai produttori più fidati. Il risultato è una miscela di tradizione e ricerca assai affidabile, con la riscoperta di ricette antiche che vanno dalle cicerchie al baccalà a dolci quasi dimenticati coma la natalizia «pizza figliata» a base di frutta secca, miele e cioccolato. Dal venerdì alla domenica, a seconda della stagione, si gustano piatti come il pancotto di carciofi, lo sformato di patate con fonduta di provola affumicata, la zuppa di broccoli e ceci, i fusilli con zucchine e pecorino, la pasta alla chitarra con julienne di verdure, il pollo in cartoccio con peperoni, la salsiccia sbriciolata sulla cicoria, la fricassea di agnello, lo stufato di maialino nero al pallagrello. E dolci inconsueti come il semifreddo di fiordilatte con salsa di fragole, la mousse di ricotta in salsa mou, il tortino di cioccolata in crema di arancia. Prezzi onesti, piccola carta dei vini e tanta simpatia.

L’articolo…


La Domenica de “Il Casolare diVino”

Posted on | gennaio 21, 2011 | No Comments

Alleanza tra i Cuochi e i Presidi Slow Food

Posted on | gennaio 11, 2011 | No Comments

Il prossimo venerdì 14 gennaio – ore 20.00 – al ristorante  Casolare diVino di Alvignano (Ce) la condotta Volturno celebra l’Alleanza tra i Cuochi e i Presidi Slow  Food con la bravissima chef Maria Mone e il patron del ristorante Raffaele Tralice.
L’Alleanza è una rete solidale dove i cuochi incontrano e stringono un patto con i produttori del Presidi Slow Food, in particolare con quelli della propria Regione, impegnandosi a utilizzare i loro prodotti sia per la qualità che per il valore culturale che esprimono. L’iniziativa, giunta alla seconda edizione, è stata voluta dalla Fondazione Slow Food per la biodiversità anche per dare testimonianza di un legame che unisce tutte le Comunità locali impegnate per un’alimentazione buona, pulita e giusta. Per questo motivo una quota di 5 euro a coperto quest’anno sarà devoluta ai Presìdi cileni del pesce dell’Isola Robinson Crusoe e delle galline dalla uova azzurre che hanno subito gravi danni nel terremoto del febbraio 2010. In particolare, il Presidio del pesce dell’Isola Robinson Crusoe tutela e valorizza la piccola pesca tradizionale degli isolani – pesca soprattutto di aragoste e di altri crostacei di eccezionale qualità – che ora hanno perso tutto: le barche, le attrezzature, le case, travolte dallo tsunami. Stavano anche costruendo un piccolo ristorante sulla spiaggia dove cucinare il loro pesce per i turisti: tutto perduto in mare. Ora Slow Food sta raccogliendo fondi per aiutarli a ricostruirlo. Partecipando alla cena del 14 gennaio ad Alvignano contiamo sulla vostra solidarietà anche per dare una prospettiva di rinascita a queste piccole economie dei pescatori.

Ospiti d’onore alla cena dell’Alleanza saranno i seguenti prodotti dei Presidi Slow Food:

- Il conciato romano prodotto dall’azienda agricola Le Campestre di Castel di Sasso (Ce)
- I pomodorini del piennolo del Vesuvio coltivati da Casa Barone di Massa di Somma (Na)
- La colatura tradizionale di alici di Cetara prodotta da Iasa s.r.l. di Cologna di Pellezzano (Sa)
- La salsiccia rossa di Castelpoto prodotta dal Consorzio Salsiccia Rossa di Castelpoto (Bn)
- La papaccella napoletana coltivata da Bruno Sodano di Pomigliano d’Arco (Na)

Questo il menù proposto da Maria Mone:

- Pizza fritta con colatura tradizionale di alici

- Baccalà fritto in panura di polenta su pomodorini del piennolo del Vesuvio

- Zuppa di fagioli delle Colline del Caiatino con salsiccia rossa di Castelpoto e crostini all’olio extravergine di Caiazzana

- Cannellone al profumo di conciato romano su genovese di suino “pelatella” e cipolle di Alife

- Papaccella napoletana al forno con straccetti di maiale e crema di patate

- Tortino di melannurca

Selezione di vini delle cantine Mustilli di Sant’Agata de’ Goti (Bn)

Costo della cena: 30,00 € + 5,00 € di contributo alla Fondazione per la biodiversità

Per informazioni e prenotazioni:
Il Casolare diVino, via Regina – Alvignano (Ce) – tel. 0823.869932, cell.333.6133023

http://eventi.ilcasolaredivino.it/

Country House Il Casolare Divino e le ricette di Maria Mone

Posted on | gennaio 4, 2011 | No Comments

Il Casolare Divino, aperto da un anno, è immerso nel verde delle colline caiatine e dei vigneti di pallagrello bianco, dai quali ricava un vino molto interessante, non ancora in commercio in quanto  la produzione vinicola è in fase organizzativa. Maria Mone è la chef di casa, esperta conoscitrice della cucina di questo territorio che propone in maniera molto semplice e stuzzicante. Maria è molto riservata, di poche parole, ama sopratutto stare tra pentole e fornelli, studiare, provare e riprovare i piatti da proporre in menù.

La cucina è improntata strettamente sui prodotti delle campagne dell’areale casertano, grande spazio viene dato alle espressioni stagionali dell’orto, alla carne del maialino nero casertano, al coniglio, ai latticini di bufala ed alle mele annurche. L’accoglienza è attenta  ed in pieno stile di casa di campagna, anche se gli arredi interni sono moderni, scelti con gusto tanto da creare una buona armonia con il paesaggio agreste incorniciato dalle grandi finestre. Oltre alla cucina di Maria, il Casolare Divino offre un piacevolissimo servizio di vino terapia mirato a coccolare sopratutto la coppia.

Il percorso Venere e Bacco cura l’estetica del corpo, ma è anche molto distensivo, una vera e propria terapia anti stress. La vino terapia è un trattamento estetico nato in Francia, nel bordolese, e sono ormai ben noti i grandi vantaggi ricavati dai polifenoli presenti nelle uve rosse, potenti antiossidanti. Il percorso si segue in coppia ed ha una durata di due ore e mezzo. Si parte con gli impacchi di mosto essiccato che svolge un’azione antiradicale, drenante ed antinfiammatoria. Segue poi un massaggio  drenante che riattiva energicamente la microcircolazione.

Poi il bagno nelle vasche di legno, sempre in coppia l’uno di fianco all’altra, immersi in acqua e vino caldo. Si conclude con la doccia emozionale e l’offerta di vari prodotti per la cura del corpo a base di derivati della vite. La country house è dotata di quattro camere molto accoglienti dove poter dormire a piccoli pressi,il costo per una notte in doppia è di 60 euro, ogni camere porta il nome di un vitigno campano. Ritornando al ristorante, il menù varia molto spesso, è alla carta ed anche qui i prezzi sono contenuti, nel fine settimana si propone un menù degustazione al costo di 35 euro. E’ aperto dal giovedì alla domenica, il giovedì e venerdì è aperto solo a cena ed il sabato e la domenica anche a pranzo.

Offerte Natalizie… Regalati un trattamento al Casolare diVino .5

Posted on | dicembre 13, 2010 | No Comments

keep looking »
Powered by Cincopa WordPress plugin
  • Calendario

    ottobre: 2014
    L M M G V S D
    « gen    
     12345
    6789101112
    13141516171819
    20212223242526
    2728293031